Servizi per l'ecosistema sardo dell'innovazione
sportello startup  ›  in_forma  ›  notizie  ›  Insight: il bando in 5 punti (e 5 suggerimenti)
Insight: il bando in 5 punti (e 5 suggerimenti)
Illustrazione di un razzo che decolla accanto alla scritta
Dopo il successo della prima edizione, che vede tuttora 10 team impegnati nella realizzazione e validazione del proprio Minimum Viable Product (per sapere cos'è l'MVP clicca qui), lo Sportello Startup si prepara per il lancio ufficiale della seconda edizione del percorso Insight, che partirà a settembre 2015 e si chiuderà ad aprile 2016. L'evento di apertura, sdoppiato nelle due mattine del 13 maggio a Pula e del 14 maggio a Sassari, vedrà impegnati tutti gli attori che hanno decretato la buona riuscita del percorso in via di conclusione: non solo lo Sportello Startup quindi, ma anche i consulenti di The Doers e soprattutto due Insighters che racconteranno la propria esperienza e il valore che il percorso di validazione ha portato alla loro startup.

Ancora prima di sentirlo raccontare dai suoi protagonisti, ecco i 5 punti essenziali per capire se il Percorso di validazione dall'idea al business model è il programma di accelerazione giusto per la tua idea di impresa.

1. Hai un'idea a forte contenuto innovativo, in termini di prodotto, servizio o processo.
Sfruttare una tecnologia non basta: l'idea che cerchiamo è originale, ha chiari tratti di novità rispetto al mercato o produce sostanziali miglioramenti rispetto a prodotti o processi esistenti.
SUGGERIMENTO!
Anche se hai descritto puntualmente perché la tua idea è originale e nuova rispetto al mercato, non cullarti nell'illusione di non avere competitor! Guarda al tuo mercato di riferimento con un'ottica ampia, individuando non solo chi già opera su quel mercato specifico o nicchia, ma pure i sistemi che i tuoi potenziali clienti hanno utilizzato finora per sopperire alla mancanza della tua fantastica idea. Perché hai identificato chiaramente i tuoi clienti, vero?

2. Credi fortemente nella tua idea e vuoi che diventi la tua impresa.
Il percorso ha una durata di circa 7 mesi, che comprendono 9 workshop di formazione teorica e pratica, apprendimento e test sul campo, affiancamento continuo nella realizzazione e validazione del tuo prodotto o servizio. Non ci sono tempi morti davanti alla scrivania, non ci sono pause per recuperare le lezioni perse e non ci sono rimandati a settembre. Se hai dubbi, se non ti senti pronto, se non credi che la tua idea possa funzionare e renderti indipendente, forse hai bisogno di sedimentare ancora un po' e di prendere tempo per prepararti alla prossima grande occasione.
SUGGERIMENTO!
"Non sono i singoli a costruire grandi imprese: sono i team." Mark Suster, Upfront Ventures
Da soli possiamo fare solo una parte del lavoro: assicurati di avere almeno un socio che condivida la tua visione imprenditoriale, ancora prima della tua idea sul prodotto, e che completi le tue competenze. Agli occhi di un investitore la solidità, l'impegno e la competenza del team hanno un valore maggiore perfino dell'idea alla base del prodotto. Ma non temere: se ancora non hai trovato il giusto co-founder, puoi iniziare da solo e allargare il tuo team in una fase successiva.

3. Pensi che il cliente sia la persona più adatta a darti consigli su come costruire e migliorare il tuo prodotto o servizio.
La prima delle 10 cause di fallimento per le startup è l'ignorare i propri clienti. La seconda è non rispondere a un effettivo bisogno del mercato. Va da se che se fai parte della scuola "non parlo della mia idea altrimenti me la rubano", non siamo il percorso che fa per te. Insight è un percorso partecipato e partecipativo di validazione dell'idea, che significa né più né meno che prima ancora di spendere tempo, soldi e impegno sul tuo prodotto, è meglio verificare se c'è qualcuno disposto a usarlo (e a spendere dei soldi per comprarlo). Il percorso si basa su due metodologie fondamentali, integrate tra loro: il Lean Startup di Eric Ries e il Customer Development di Steve Blank. Alla base di entrambe ci sono le ipotesi dell'imprenditore, che daranno poi il via al ciclo di apprendimento sul prodotto e sul mercato, evitando gli sprechi e massimizzando il valore, per costruire un prodotto che il cliente davvero vuole: gli Insighters sono per definizione orientati al continuo confronto con il cliente e con il mercato.
SUGGERIMENTO!
Guardati intorno e impara a osservare e ascoltare il target clienti identificato: quali sono i problemi che riscontrano nella situazione attuale? I problemi per cui si lamentano coincidono con quelli che tu hai ipotizzato? Ma soprattutto: se racconti loro a grandi linee la soluzione che stai ipotizzando, riscontri entusiasmo e volontà d'uso? Durante il percorso condurremo insieme un vero e proprio safari, che ti aiuterà a capire fino in fondo il tuo cliente e a progettare le soluzioni migliori per lui, costruendo il tuo mercato un test alla volta.

4. Non hai paura di rendere concreta la tua idea, anche partendo in piccolo.
Durante il percorso, la tua idea prenderà forma. E arriverà il momento di uscire dall'edificio e confrontarti con il mercato. Per fare questo, verrai guidato nella definizione e costruzione del MVP più adatto alla tua idea imprenditoriale, nella definizione delle metriche più concrete per riconoscere e misurare i dati che genererà e per promuoverlo nella maniera più efficace ed efficiente possibile. Ad ognuno dei 10 team che prenderanno parte al percorso verrà corrisposto un voucher di 7.000 € come copertura spese per la realizzazione del minimo prodotto fattibile, per effettuare i primi test di mercato e rendersi autonomi nel proprio percorso di validazione, che si estenderà fin dopo la conclusione del percorso Insight.
SUGGERIMENTO!
Ragiona in termini concreti sulla tua idea imprenditoriale e su quali potrebbero essere gli strumenti o le competenze necessarie per metterla in atto. Se ad esempio hai in mente una soluzione software based, presumibilmente non avrai a disposizione un team di sviluppatori di Google per realizzarla: per questo dovrai pensare fin dall'inizio quale potrebbe essere un percorso di sviluppo verosimile per la tua idea rivoluzionaria e chi potrebbe essere l'attore giusto per svilupparlo tappa dopo tappa.

5. Sai rendere immediatamente comprensibile la tua idea e il suo valore per l'utente.
Prova a mettere a confronto un discorso elettorale qualunque e una televendita di un canale di shopping a caso. Noti delle differenze? Chi vuole convincere deve far capire subito al cliente quali sono le potenzialità e i benefici del proprio prodotto, è risaputo. Ciò a cui si presta meno attenzione invece è far capire a cosa serve e come funziona il prodotto che si sta offrendo. Ad oggi essere aziende al servizio dell'utente è diventato così importante che a volte nella descrizione dei vantaggi offerti ci si dimentica di dire con quali attività, prodotti o servizi generiamo questi vantaggi.
SUGGERIMENTO!
Assicurati di descrivere chiaramente il tuo job to be done, ovvero il modo in cui risolvi il problema del tuo cliente e conseguentemente crei valore per lui. Nella domanda di partecipazione ti verrà richiesto di descrivere diversi aspetti della tua idea imprenditoriale: assicurati di andare dritto al punto, mettendo in luce gli aspetti davvero rilevanti del tuo business. E ricordati di far leggere il tutto a una persona fidata che non sa nulla della tua idea: solo un'opinione esterna potrà aiutarti a capire se hai reso davvero comprensibile con le parole ciò che hai elaborato finemente nella tua testa.

Pensi di avere tutti i tratti essenziali dell'imprenditore che cerchiamo? Leggi il bando del programma e vieni a scoprire di più nelle due giornate di presentazione: potrai porci tutte le domande che ritieni opportune per partecipare alla selezione e aumentare le tue chance di essere tra i 10 team che accederanno al percorso di validazione dell'idea imprenditoriale.

Ti aspettiamo:
il 13 maggio alle ore 10:00 a Pula (CA) nella sede di Sardegna Ricerche - Edificio 2 Parco scientifico e tecnologico, Località Pixinamanna - ISCRIVITI QUI
il 14 maggio alle ore 10:00 a Sassari nella sede dell'Ufficio Trasferimento Tecnologico dell'Università di Sassari, via Rockefeller 54 - ISCRIVITI QUI

Pagine correlate
Bandi - Insight: percorso di validazione dall'idea al business model
Eventi - Prima di partire attiva la modalità lean startup - Pula (CA)
Eventi - Prima di partire attiva la modalità lean startup - Sassari

Link utili
The Doers
Business Model Canvas

Redattrice
Martina Littera