Logo Regione Autonoma della Sardegna
RICERCA E SVILUPPO TECNOLOGICO IN SARDEGNA
sardegnaricerche  ›  ...  ›  agenda  ›  archimede webzine  ›  impresa  ›  sarroch e villa s. pietro...

Sarroch e Villa S. Pietro diventano smart grazie a Real T

Presa elettrica su prato verde
13.05.2013
Real T, società insediata presso la sede di Pula del Parco tecnologico della Sardegna, ha recentemente preso parte al progetto Elektra, promosso dai comuni di Sarroch e Villa San Pietro e finalizzato a ottimizzare i consumi energetici di due scuole medie comunali. Si tratta di un'iniziativa che si inquadra nell'ambito delle azioni europee volte a rendere più efficienti i consumi di energia con l'aiuto delle tecnologie dell'informazione e delle comunicazioni. Due parole, sempre più utilizzate, riassumono l'obiettivo di queste politiche europee: smart city, ovvero città intelligenti.

Come detto, in questa direzione si stanno muovendo Villa San Pietro e Sarroch con il progetto Elektra, un percorso di risparmio energetico che tra le varie azioni prevede il controllo e l'ottimizzazione dei consumi energetici mediante una piattaforma web-based che si interfaccia con tutti i dispositivi elettrici ed elettronici presenti nelle scuole, misurandone i consumi e controllandone accensione e spegnimento. Elektra è uno dei progetti promossi nell'ambito del "Patto dei sindaci", iniziativa attraverso la quale i primi cittadini e le loro comunità si impegnano a ridurre del 20% e oltre le proprie emissioni di gas serra attraverso politiche locali che migliorino l'efficienza energetica, aumentino il ricorso alle fonti rinnovabili e stimolino il risparmio e l'uso razionale dell'energia.

Per la realizzazione della piattaforma web-based di Elektra è stata incaricata Real T, società operativa nel campo dello sviluppo software e dell'integrazione di sistemi e applicazioni. Real T ha messo al servizio del progetto il suo prodotto quasi omonimo, Elettra, un sistema che consente all'utente di individuare regole per la gestione dei consumi elettrici. Elettra può essere definito un "sistema intelligente" perché non si limita a consentire l'accensione o lo spegnimento degli apparati collegati, ma permette anche di impostare delle specifiche condizioni di utilizzo definite dall'utente sulla base di diverse esigenze che possono essere dettate dalle condizioni metereologiche, dai picchi di consumo, dai ritmi lavorativi e dai prezzi dell'energia.

Attraverso dei dispositivi wireless simili ad un adattatore per la presa di corrente, le apparecchiature elettriche ed elettroniche delle due scuole di Villa San Pietro e Sarroch saranno connesse in rete e il loro consumo energetico sarà monitorato, studiato e regolato sulla base di esigenze condivise. Il sistema Elettra fornisce anche un assistente virtuale in grado di interfacciarsi con l'utente per gestire le apparecchiature elettriche, suggerire le azioni da intraprendere per ridurre i consumi e ottimizzare dunque il consumo energetico. Un'altra opportunità è infine quella di governare spegnimento e accensione dei dispositivi elettrici mediante una app mobile. Un insieme di funzionalità user-friendly per facilitare la vita dei cittadini verso la realizzazione di comunità sempre più intelligenti.

Come evocato in ambito europeo infatti, le città devono imparare a sfruttare le potenzialità offerte dalle reti e dalle community per diventare "smart", ovvero ottimizzare i servizi, rendere più efficienti i consumi energetici, monitorare i vari tipi di inquinamento ed emissioni. Azioni che saranno possibili grazie all'utilizzo sempre più capillare delle tecnologie digitali.

Qualcuno potrà obiettare che l'invasione dell'ICT sia estremamente fastidiosa: smartphone e tablet sono ormai parte integrante della vita quotidiana ed è difficile sottrarsi alla continua interconnessione. Ma che piaccia o no, queste tecnologie sono destinate a recitare un ruolo sempre più importante nelle nostre vite e molto probabilmente anche chi oggi storce il naso, a breve troverà il modo di apprezzare i vantaggi che l'innovazione digitale può portare nella quotidianità. In un futuro non troppo lontano infatti, le potenzialità delle nuove tecnologie digitali saranno alla base di numerosi sistemi intelligenti di mobilità, sanità, illuminazione pubblica ecc. che trasformeranno le nostre città in smart cities.

Pagine correlate
Organizzazioni insediate - Real T

Sara Palmas
Redattrice