Logo Regione Autonoma della Sardegna
RICERCA E SVILUPPO TECNOLOGICO IN SARDEGNA
sardegnaricerche  ›  ...  ›  por fesr  ›  progetti complessi  ›  progetti complessi

Progetti complessi

Costruzione di legno
I progetti complessi sono attività integrate e complementari finalizzate allo sviluppo delle potenzialità evidenziate nella Smart Specialisation Strategy (S3) della Sardegna. Possono includere, oltre ad attività di ricerca industriale e sviluppo sperimentale, azioni finalizzate al trasferimento e alla diffusione di conoscenze, attività di comunicazione e divulgazione dei risultati della ricerca, di networking e altre iniziative finalizzate all'innovazione di prodotto, di processo e organizzativa.

Sono inquadrati nell'Azione 1.2.2 del POR FESR 2014-2020, che prevede la realizzazione di almeno un progetto complesso per ognuna delle aree di specializzazione individuate dalla S3 regionale, ovvero:
- ICT
- Reti intelligenti per la gestione dell’energia (Smart Grid)
- Agroindustria
- Aerospazio
- Biomedicina
- Turismo, cultura e ambiente

L'obiettivo dei progetti complessi è quello di valorizzare le potenzialità e le eccellenze individuate nella S3 attraverso la collaborazione tra PMI, grandi imprese e organismi di ricerca. Tale obiettivo può essere raggiunto ampliando e facilitando la possibilità per le imprese di dotarsi di strumenti, tecnologie e capacità in grado di aumentare la competitività, riqualificare i processi produttivi e formativi e in generale di promuovere l'innovazione.

Per ogni area di specializzazione è previsto almeno un progetto complesso con una struttura "personalizzata", in funzione di quanto emerso dal confronto con il territorio, del grado di maturità tecnologica dell’area, del tipo di composizione imprenditoriale e in generale delle caratteristiche peculiari dell'area stessa.

Saranno inoltre sviluppati dei progetti complessi trasversali e di supporto rispetto alle aree di specializzazione. Sono previsti in particolare progetti focalizzati sulle startup, sulla ricerca europea, sulla proprietà intellettuale e sulla cosiddetta bioeconomia, intesa in senso lato per includere i temi dell'energia, delle bioproduzioni, delle produzioni agricole e agroindustriali, della bioedilizia e dell'industria green in un'ottica di economia circolare.