Logo Regione Autonoma della Sardegna
RICERCA E SVILUPPO TECNOLOGICO IN SARDEGNA
sardegnaricerche...  ›  ...  ›  agenda  ›  archimede webzine  ›  impresa  ›  bio-ker: un'azienda che...

Bio-ker: un'azienda che sviluppa biofarmaci innovativi

30.06.2006
Nei laboratori di Polaris, ombreggiati dai pini mediterranei e dalla macchia sempreverde del parco naturale del Sulcis, trenta ricercatori, tra laureati e tecnici, operano nei settori della biologia molecolare, della fermentazione, della produzione e caratterizzazione di proteine ed acidi nucleici, della tecnica farmaceutica per lo sviluppo di farmaci biotecnologici. Sono i ricercatori di Bio-Ker, un'azienda a capitale privato attiva nel settore delle biotecnologie per la salute, nata come centro di ricerca e sviluppo del Gruppo farmaceutico Keryos. Fondata nel 2003, la società ha scelto di insediarsi presso Polaris per concentrare la propria attenzione sullo sviluppo di biofarmaci innovativi per la terapia di tumori, malattie cardiovascolari ed endocrinologiche.

Biotecnologie che curano quindi, quelle di Bio-Ker, focalizzate nella produzione di proteine ricombinanti terapeutiche in cellule di mammifero geneticamente modificate (capaci di esprimere glicoproteine con un profilo di glicosilazione umanizzato) e in sistemi batterici come l'Escherichia Coli, attraverso una metodologia innovativa brevettata da Bio-Ker. Un altro settore tecnologico della Bio-Ker riguarda lo studio del delivery di farmaci biotecnologici. Si tratta in sostanza dello sviluppo di strategie per il prolungamento dell'azione dei farmaci, mediante la realizzazione di formulazioni a rilascio controllato e la modifica di proteine (proteine coniugate) con lo scopo di ottenerne una più elevata permanenza in circolo.

Attualmente sono allo studio, sempre nel settore drug-delivery, sistemi innovativi basati su tecnologie quali, ad esempio, l'incorporazione delle proteine in nano-e micro-particelle polimeriche o in sistemi miscellari, in grado di ottimizzare l'efficacia delle terapie farmacologiche, fortemente condizionate dalla capacità del farmaco di raggiungere il sito d'azione nelle condizioni desiderate.

La Bio-Ker è coinvolta inoltre nello studio della vaccinazione genetica, basata sul principio che la capacità del materiale genetico dei microrganismi di stimolare una risposta immunitaria è più forte rispetto ai tradizionali antigeni. La preparazione e caratterizzazione di DNA plasmidici impiegabili per vaccinazioni terapeutiche in patologie tumorali.

Applicando le piattaforme tecnologiche sopra citate sono in corso studi per lo sviluppo di formulazioni a rilascio controllato di h-GH, l'ormone della crescita ricombinante che cura il nanismo ipofisario, di citochine quale il Fattore che Stimola la Crescita dei Granulociti (G-CSF - formulazione che prevede una singola somministrazione per ciclo terapeutico) e degli interferoni, una famiglia di proteine dotate di attività antivirale ed utilizzate nella terapia della sclerosi multipla.


E.Coli
Un batterio come laboratorio di genetica
L'Escherichia coli (normalmente abbreviata E.coli) è una specie batterica presente nella flora batterica del tratto intestinale dell'uomo e degli animali, e diffusa nell'ambiente e negli alimenti. Di per sé non è un batterio pericoloso, anzi, contribuisce ad alcune funzioni importanti quali la digestione e alla fabbricazione di molte vitamine essenziali. I problemi arrivano quando il batterio si presenta in ceppi pericolosi che nel peggiore dei casi possono essere letali. Nel 2001, con il sequenziamento del genoma dell'E.Coli, ad opera di un gruppo di ricercatori dell'università del Wisconsin-Madison, si è potuto verificare che tra il batterio benigno e quello pericoloso esistono grandi differenze geniche e si è dato il via a studi per l'individuazione di vaccini e cure adeguate.

Di particolare interesse scientifico è l'uso del batterio nelle moderne biotecnologie. I batteri, infatti, contengono piccole molecole di DNA denominate plasmidi, che hanno la capacità di duplicarsi autonomamente indipendentemente dalla replicazione del materiale genetico del batterio. Ecco che i batteri diventano vettori per la duplicazione di DNA modificato con tecniche di ingegneria genetica, che viene utilizzato in medicina per intervenire in modo nuovo su alcune malattie e sulla produzione di farmaci.

Nicoletta Zonchello
Esperta in divulgazione scientifica


Biografia
Giancarlo Tonon
Medico milanese, sposato con due figli, ha eletto la Sardegna a terra di residenza e di lavoro. Vive a Is Molas-Pula e lavora a Polaris, come amministratore delegato della società Bio-Ker. Da circa dieci anni è docente nella scuola di specializzazione in Applicazioni Biotecnologiche presso l'Università di Milano e da oltre venti anni è docente nelle scuole di specializzazione in Farmacologia ed in Tossicologia dell'Università di Milano. Ha all'attivo, per ora, oltre 60 pubblicazioni scientifiche, in massima parte su riviste internazionali, oltre 70 presentazioni a congressi nazionali ed internazionali, oltre 25 brevetti industriali in massima parte estesi nei più importanti paesi.