Logo Regione Autonoma della Sardegna
RICERCA E SVILUPPO TECNOLOGICO IN SARDEGNA
sardegnaricerche...  ›  ...  ›  spazi d'innovazione  ›  piattaforma energie...  ›  progetti  ›  progetto power integration...

Progetto Power Integration Grids

Immagine astratta sul concetto di rete 
Il 'Progetto Power Integration Grids' si fonda sui risultati e sull'esperienza maturata nell'ambito del progetto 'Reti intelligenti' per dare continuità alle attività, proseguendo e potenziando la collaborazione con gli enti, le imprese del territorio e con l'Università di Cagliari, con la quale è stato sottoscritto un accordo di collaborazione che stabilisce, per le attività sviluppate nell'ambito del progetto, il coordinamento scientifico e la supervisore scientifica dei laboratori in capo all'Università.

Le attività del 'Progetto Power Integration Grids' sono sviluppate con il coordinamento scientifico del prof. Alfonso Damiano, mentre la supervisione scientifica delle attività di ciascun laboratorio è affidata a:
- prof. Aldo Muntoni del Laboratorio Biocombustibili e Biomasse
- prof. Alfonso Damiano del Laboratorio Energetica Elettrica
- prof. Giorgio Cau del Laboratorio idrogeno da FER e accumulo termico.

Il Progetto si sviluppa attraverso quattro attività prioritarie:

Centrale energetica virtuale (VPP)
Con questa azione si intende procedere all'aggregazione virtuale di diversi soggetti produttori e consumatori di energia, mettendo così a sistema impianti di produzione di energia rinnovabile e massimizzando i benefici di singoli sistemi di gestione intelligente. Oltre che Sardegna Ricerche, con le diverse sedi del Parco Tecnologico, potranno essere coinvolti nell'iniziativa Carbosulcis, con le strutture della miniera di Serbariu, e l'Università di Cagliari con lo Smart Campus di Monserrato.

Comunità energetica
Con questa attività, grazie alle opportunità offerte dall'attuale contesto normativo, la Piattaforma Energie rinnovabili punta a realizzare una Comunità Energetica coinvolgendo imprese operanti nella zona industriale di Macchiareddu.

Power to X
L'azione, ad alto contenuto sperimentale, prevede l'ulteriore sviluppo della microrete dimostrativa di Macchiareddu, e la realizzazione di diverse attività sperimentali sull'ibridizzazione dei vari sistemi di accumulo, in particolare con l'impiego del metano prodotto dal processo di metanazione, ottenuto dalla combinazione dell'idrogeno con la CO2.

Animazione e divulgazione
Trasversale alle prime tre azioni, include l'organizzazione di seminari e convegni, la produzione di materiale informativo e divulgativo sul progetto e sulle principali tematiche trattate dal progetto, e in generale sugli argomenti dell'energia sostenibile.
Gestione intelligente dell'energia: nuovi webinar formativi