Logo Regione Autonoma della Sardegna
RICERCA E SVILUPPO TECNOLOGICO IN SARDEGNA
sardegnaricerche  ›  ...  ›  argomenti  ›  informatica e telematica  ›  le tecnologie dell'informazione...

Le tecnologie dell'informazione e delle comunicazioni in Sardegna

Ragazza davanti a schermi di computer
L'innovazione tecnologica e la ricerca sono al centro della strategia di sviluppo della Regione Sardegna. La politica regionale mira innanzitutto a promuovere aree scientifiche e tecnologiche di eccellenza, nelle quali esistono competenze distintive consolidate sul territorio, prima fra tutte, l'area delle tecnologie dell'informazione e delle comunicazioni.

L'esperienza sarda in questo settore si è contraddistinta per aver anticipato i tempi:

- il maggiore impulso è stato dato dal CRS4, il centro di ricerca che, sotto la guida del premio Nobel Carlo Rubbia e del prof. Paolo Zanella, creò all'inizio degli anni '90 il primo sito Internet e il primo motore di ricerca italiani e che mise in rete L'Unione Sarda, primo quotidiano online in Italia

- il contributo determinante offerto dalle iniziative pionieristiche di Video On Line e poi di Tiscali, attualmente uno dei principali Internet Service Provider europei e prima azienda italiana ad offrire servizi VoIP, che gettarono le basi per lo sviluppo del comparto

- la presenza del Parco tecnologico della Sardegna che ha nelle ICT una delle aree di specializzazione, ha favorito, negli anni, la creazione di nuove imprese high-tech e la valorizzazione di risorse umane specializzate

- un sistema della ricerca efficiente ed un capitale umano particolarmente qualificato, grazie alla presenza di corsi di laurea e di specializzazione in informatica.

Il periodo di programmazione regionale 2007-2013 intende dare ulteriore sviluppo all'adozione delle ICT a livello aziendale e familiare e allo sviluppo di prodotti e servizi pubblici e privati nel settore, attraverso un sostegno equilibrato a domanda e offerta e un maggior volume di investimenti nel capitale umano.

In particolare, l'Accordo di programma quadro in materia di società dell'informazione varato dal Governo regionale ha come punto di forza la realizzazione della rete telematica della Regione. La rete, che è stata inserita, per efficienza e innovazione, nella banca dati buoni esempi dell'innovazione della pubblica amministrazione italiana, è oramai in fase avanzata di completamento e può contare su oltre 1.100 Km di fibra ottica a copertura di tutto il territorio regionale.

Relativamente alla ricerca e all'innovazione, l'attuale strategia regionale ha già permesso di attuare azioni finalizzate a:

- realizzare programmi e progetti di ricerca scientifica
- formare risorse professionali a elevata specializzazione, promuovendo il loro inserimento nel sistema delle imprese
- realizzare centri di comptenza e laboratori tecnologici per il trasferimento nei processi di produzione e nei prodotti di conoscenze tecniche e risultati della ricerca, anche attrverso il potenziamento del Parco tecnologico regionale
- promuovere la creazione di Sardegna DistrICT, il distretto sardo delle ICT
- realizzare e attuare strumenti integrati per la creazione di nuove imprese ad alto contenuto tecnologico
- creare strutture di interfaccia tra domanda e offerta di innovazione
- realizzare e attuare strumenti integrati di incentivazione per sostenere le imprese nell'adozione delle nuove tecnologie.