Logo Regione Autonoma della Sardegna
RICERCA E SVILUPPO TECNOLOGICO IN SARDEGNA
sardegnaricerche...  ›  ...  ›  agenda  ›  archimede webzine  ›  innovazione  ›  i maker rispondono......

I maker rispondono... - Intervista a Stefania Merella

Stefania Merella
19.06.2015
Prosegue il nostro viaggio all'interno del FabLab Sardegna Ricerche, alla scoperta dei racconti ed esperienze dei maker che grazie alla borsa Generazione Faber hanno avuto la possibilità di vedere il proprio progetto prendere forma. Questa volta abbiamo intervistato Stefania Merella, giovane designer algherese.

Presentati...
Mi chiamo Stefania, di me posso affermare che l'arte e il design sono il fulcro principale della mia attività. Ho studiato Architettura e Arredamento all'Istituto d'Arte di Sassari. Ho sempre avuto una passione per la progettazione e un forte interesse per il design. Dopo il diploma mi sono iscritta all'Accademia di Belle Arti nel corso di scultura, durante il quale ho realizzato alcune installazioni utilizzando diversi materiali talvolta combinati tra loro per creare opere che comunicassero con l'ambiente circostante. Finita l'Accademia, ho frequentato il corso di Tecnico superiore di multimedia e web nel settore dei beni artistici e culturali, che mi ha insegnato a utilizzare i software di grafica e costruzione 3D. Successivamente ho frequentato un post-laurea presso la Facoltà di Architettura di Alghero in Interaction Design Experience, cioè l'attività di progettazione dell'interazione tra esseri umani e sistemi meccanici e informatici. Per un certo periodo ho lavorato come grafica presso un'azienda di Milano. Per chiudere il cerchio di tutte queste esperienze, avendo avuto da sempre la passione per la sartoria, ho frequentato un corso professionale per sarti con l'obiettivo di apprendere le tecniche direttamente dai professionisti del settore. Tutti gli studi e le esperienze mi sono servite di volta in volta a completare un puzzle dove ogni pezzo ha la sua importanza e ha contribuito a determinare ciò che mi sento di essere oggi, cioè una maker.

e raccontaci il tuo progetto!
Il progetto che ho realizzato nel FabLab Sardegna Ricerche si chiama "Digital Fashion" e consiste nella creazione di oggetti di fashion design come borse e accessori partendo da cartamodelli digitali realizzati tramite un software vettoriale. Dal disegno vettoriale attraverso il taglio laser si passa dal virtuale al reale. Per quanto riguarda le borse, mi sono ispirata all'origami, l'arte giapponese di piegare la carta. Ho studiato una forma di origami che ho adattato per la realizzazione di una borsa facendo delle prove sulla carta. In seguito ho fatto i primi esperimenti sul tessuto modificando di volta in volta il progetto sino ad arrivare al risultato desiderato. Invece per la realizzazione degli accessori mi sono ispirata alle forme geometriche. Il prodotto realizzato nel FabLab è rivolto a tutti coloro che amano il design e che cercano qualcosa di nuovo, diverso da quello che si trova oggi sul mercato della moda.

Quali sono i materiali, le tecnologie e le macchine utilizzate per realizzarlo?
I materiali che ho impiegato per la realizzazione del mio progetto sono principalmente: ecopelle, fodera, cerniere calamitate, gomma eva e plexiglass. Tutti i progetti sono stati realizzati tramite un software di grafica vettoriale per poi passare al taglio laser.

Come valuti l'esperienza al FabLab?
L'esperienza del FabLab per me è stata davvero molto positiva: ho conosciuto nuovi strumenti per realizzare i miei progetti e ho incontrato tante persone con la mia stessa passione con cui ho scambiato idee e punti di vista. Nel FabLab ho potuto utilizzare diversi strumenti per lavorazioni sperimentali sui prodotti. Tutto questo, se non ci fosse stata l'opportunità di accedere al FabLab, avrebbe richiesto un'infrastruttura di tipo industriale con costi inaccessibili.

Quali consigli daresti ai prossimi borsisti del Bando Generazione Faber?
Se dovessi dare un consiglio ai nuovi borsisti del bando Generazione Faber sarebbe quello di condividere e scambiare idee e conoscenze. È auspicabile poi che i borsisti trovino attraverso il confronto con gli altri, in possesso di competenze complementari, conoscenze e capacità utili per migliorare il proprio progetto. Grazie ai FabLab è possibile pensare nuovi modi di imparare e di sperimentare, dove chi insegna non è più necessariamente il professore.

Quali sono i tuoi progetti per il futuro?
Per il futuro prevedo l'evoluzione del progetto in un'azienda di moda ad alto contenuto tecnologico. I feedback sono stati positivi. Ora sto preparando una strategia d'impresa per capire come investire sul prodotto e come affrontare il mercato della distribuzione.

Creazione di Stefania MerellaCreazione di Stefania MerellaCreazione di Stefania MerellaCreazione di Stefania MerellaCreazione di Stefania MerellaStefania Merella