Logo Regione Autonoma della Sardegna
RICERCA E SVILUPPO TECNOLOGICO IN SARDEGNA
sardegnaricerche...  ›  ...  ›  agenda  ›  archimede webzine  ›  taccuino  ›  scienziati di ventura

Scienziati di ventura

16.07.2007
Scienziati senza fissa dimora. Precari della ricerca. Emigranti della conoscenza. Sono tanti i modi per definire i protagonisti del libro di Andrea Mameli e Mauro Scanu "Scienziati di ventura, storie di cervelli erranti tra la Sardegna e il mondo" (Cuec editrice, Cagliari, 2007, pp. 152, Euro 11).

Il libro sarà presentato Lunedì 16 luglio 2007 in due occasioni:
- alle 18:00 al Manàmanà in Piazzetta Savoia a Cagliari. Intervengono con gli autori e l'editore: uno dei protagonisti del libro, il genetista dell'università di Sassari Francesco Cucca e il neuroscienziato Gian Luigi Gessa, autore della prefazione. Coordina Paolo Maccioni (editorialista e scrittore). Emanuela Valentino leggerà alcuni brani tratti dal libro.
- alle 22:00 in Piazza Museo a Pula (Cagliari), in occasione del festival della scienza. Per l'occasione gli autori si intervisteranno a vicenda. Interverrà una delle protagoniste del volume: la ricercatrice sarda (rientrata dalla Svezia) Monica Mameli-Engvall.

Il volume racconta le storie di persone che hanno saputo (o dovuto) trovare una strada in centri di ricerca, università e imprese all'estero. Un reportage per denunciare le carenze del sistema italiano in tema di sostegno alla ricerca scientifica. Ma soprattutto una raccolta di storie di uomini e donne di scienza con esperienze umane intense e spesso difficili. Un viaggio tra le testimonianze di chi è riuscito, soltanto lontano dalla propria terra, a coronare il sogno di lavorare nella scienza, e quelle (poche) di coloro che sono stati in grado di rientrare.

Dalla prefazione di Gian Luigi Gessa: "Il libro di Andrea Mameli e Mauro Scanu è una raccolta di interviste a giovani ricercatori sardi, uomini e donne, che hanno dovuto o voluto emigrare all'estero per lavorare in laboratori qualificati dove si sono affermati. Qualcuno è rientrato in Sardegna, altri vi ritornano solo per le vacanze. […] Le interviste hanno suscitato in me un'emozione antica in quanto sono stato anch'io giovane emigrato negli Stati Uniti e nelle interviste ritrovo molti dei miei problemi e dei
miei sogni".

Dalla postfazione di Augusto Palombini (presidente dell'associazione dottorandi italiani): "L'idea di realizzare delle indagini, come questa, sul fenomeno della fuga dei cervelli analizzata su scala locale, è stata relativamente frequente negli ultimi anni, ma nell'ambito di articoli, rubriche radiofoniche, brevi trattazioni che non hanno portato, a mia memoria, ad un vero e proprio libro, come nel brillante caso di quest'opera. È un segno dei tempi. Di una certa importanza, anche, poiché il vero significato del problema della fuga dei cervelli è la ricerca delle sue cause".

Gli autori
Andrea Mameli, laureato in fisica all'Università di Cagliari, dal 1996 lavora come ricercatore del CRS4, è giornalista pubblicista, nel 1999 ha conseguito il master in comunicazione della scienza alla Sissa di Trieste.
Mauro Scanu, laureato in comunicazione di massa all'Università di Siena, nel 2004 ha conseguito il master in comunicazione della scienza alla Sissa di Trieste, è giornalista professionista e lavora all'agenzia Zadig di Roma.